Sikaran arte marziale filippina dei calci bassi - Fimasd

Fimasd
Vai ai contenuti

Sikaran arte marziale filippina dei calci bassi

Arti Marziali Filippine Indonesiane > Arti Marziali Filippine-Kali Arnis Escrima > Kali Arnis Escrima > Settori Studio Kali Arnis Escrima

Sikaran


L'arte dei calci


Sikaran cononosciuto anche come Pananjakman è l'arte marziale filippina dei calci a livello basso.  


Sikaran deriva dalla parola radice sikad che significa calcio in Tagalog, Capampangan (ad esempio sikaran daka - "Sto per prenderti a calci"), così come Cebuano (ad esempio "sikaran tika"), che secondo i vecchi antenati di Baras era praticato già da prima che arrivassero gli Spagnoli nel XVI secolo.

Arti marziali guerriere delle Filippine

Le arti guerriere sono state a lungo la spina dorsale della società filippina. In effetti, è la pratica e la conservazione di queste arti che ha impedito all'arcipelago filippino di dominare in modo permanente una potenza straniera.

 
Le arti marziali filippine eskrima, arnis de mano e kali sono ancora ampiamente praticate oggi. Sebbene armi da taglio, impatto e proiettili costituiscano il nucleo di questi sistemi di combattimento, i rispettivi metodi di calci sono elementi essenziali della loro efficacia.

Durante più di 300 anni di dominazione spagnola nelle Filippine settentrionali, le armi vennero bandite e le arti guerriere furono costrette all'isolamento.
I sistemi d'arma venivano praticati e conservati, tuttavia, in danze impostate su ritmi nativi, che venivano spesso eseguite per il divertimento degli spagnoli. Uno di questi balli, il sinulog, culminava con una finta battaglia con la spada, mentre la danza bibabayana assomigliava a una scaramuccia tra due gruppi di uomini che brandivano spade e scudi.

 
Mentre i sistemi di armi filippine erano conservati sotto forma di danza, i metodi di calci da guerriero erano mascherati nei giochi o nelle danze.
Sipa, un gioco spesso usato da bambini filippini, consiste in una palla in rattan che viene calciata in aria e non deve essere permesso di colpire il suolo. Le tecniche di calci sono utilizzate dai membri del team per mantenere la palla in aria.  
Mentre il Sikaran, è un gioco più combattivo, coinvolge due uomini che cercano di prendersi a calci l'un l'altro in un piccolo cerchio. Dopo che un avversario è stato espulso dai confini del cerchio, un nuovo avversario entra nel e sfida il vincitore.
Le armi filippine e i metodi di calci furono infine integrati in un sistema completo attraverso l'addestramento clandestino. I filippini scoprirono che aggiungendo tecniche di calci al loro repertorio del combattimento con le armi, potevano effettivamente sconfiggere un avversario esperto con più possibilità.

 Sikaran
Il Sikaran è il nome dato a questi calci combattivi, ha dimostrato di essere parte integrante del sistema di eskrima.
Sebbene non siano esteticamente accattivanti come, ad esempio, i vistosi calci del tae kwon do, le tecniche del sikaran si sono rivelate particolarmente efficaci per deviare l'attenzione di un avversario e perturbare i suoi tempi e il suo equilibrio, il che permette all'eskrimador di aprirsi all'attacco.

 
Sebbene il Sikaran includa più di una mezza dozzina di calci, sono variazioni di sole due tecniche: sipang paharap (calcio frontale) e sipang pabiakid (calcio inverso).
I bersagli primari per il sipang paharap e il sipang pabiakid sono il collo del piede dell'avversario, la parte anteriore e posteriore del ginocchio, il polpaccio e la coscia.
I calci si concentrano sulla parte inferiore del corpo dell'avversario perché possono essere colpiti dall'arma dell'avversario se portati più in alto.
Inoltre, un tentativo di sollevare il piede più in alto del girovita potrebbe causare una perdita di equilibrio e tempismo, che può rivelarsi fatale nel mondo veloce e imprevedibile del combattimento con armi.

 
Usando una forma di movimento "triangolo", l'eskrimador abile nel sikaran è in grado di cambiare posizione frequentemente, senza alcun apparente spostamento della parte superiore del corpo per telegrafare le sue intenzioni.
L'eskrimador usa tecniche di stomping per creare un ritmo "spezzato" che mantiene l'avversario distratto fino a quando non viene stabilita un'apertura. Una volta che un bersaglio aperto viene trovato sulle gambe dell'avversario, l'eskrimador lancia un calcio e lo segue rapidamente con un altro calcio, o con una mano o con una tecnica d'arma, fino a quando la schermaglia non è terminata.

Sikaran ovvero i
calci sono tirati con la punta del piede, il tallone e la tibia.
I bersagli più comuni includono la tibia, il ginocchio, l'interno e l'esterno della coscia l'inguine e i genitali, tutto questo per una mentalità per la difesa personale ed il combattimento reale e non sportivo.

Manovre alle gambe
Il grado di efficacia del sikaran si abbina a due classificazioni: "Panghilo" (colpo paralizzante) e "Pamatay" o calcio letale.
Ovviamente il primo punta a parti meno vitali del corpo, mentre il bersaglio del secondo include cuore, collo, testa, inguine e colonna vertebrale, tutte parti altamente vulnerabili.
Sikaran può essere considerato come uno studio dei muscoli delle gambe e delle ossa e di come sono collegati, con l'obiettivo di infliggere dolore o rompere apertamente o dislocare le ossa. Le tecniche più sorprendenti implicano l'applicazione di pressioni per piegare le aree bersaglio in modi innaturali in modo da ferirle o romperle. Tale pressione può essere eseguita sotto forma di uno scontro al tallone, un calcio di punta stile Savate, un calpestio o un ginocchio.
I bersagli includono l'inguine, le cosce, le ginocchia, gli stinchi, le caviglie e i piedi e le dita dei piedi.

 
Le tecniche di esempio includono: Kicking o rompere la caviglia per costringerlo sia verso o lontano dal piede opposto (supinazione o pronazione grave, rispettivamente); Colpire il tallone nella parte superiore del piede dove incontra la parte inferiore della gamba in modo da rompere o schiacciare le numerose ossa o altrimenti perturbare l'equilibrio dell'avversario; Distruggere il ginocchio avversario dal lato per rompere il ginocchio (con grave supinazione e pronazione come il risultato desiderato).

 
Usare i calci; per disattivare l'equilibrio dell'attaccante, ma non per entrare perché un combattente filippino, taglierà sempre il piede se lanciato in alto o lo distrugge con un ginocchio o un gomito. Devi prendere il controllo del combattente e poi lanciare i calci nelle gambe.

 
Spazzate; le spazzate in avanti o indietro o di lato sono sempre di vitale importanza nel controllare un attaccante, a patto che lo si segua a terra e finisca.

 
Blocchi di gambe o scudi sono sviluppati dal modello triangolare, userai parate esterne e all'interno delle parate, le parate devono sempre essere seguite con un calcio o tecniche di follow-up.

 
Combinazioni; Il combattente filippino cercherà sempre di bloccare le tue tecniche ed entrare per tagliarti, quindi il blocco delle gambe diretto contro stinchi, fianchi e basso ventre è molto buono per difendersi dai calci ginocchia;  
Il combattente filippino userà le loro ginocchia per distruggere la posizione e l'equilibrio dell'attaccante, e contribuendo a portare l'attaccante più alto alla sua altezza. Usandoli anche per le fibbie e i colpi per coprire o inchiodare l'attaccante.

 
Il calcio laterale  nelle arti filippine è lanciato molto vicino all'avversario, in più di una posizione del tipo di taglio del piede. È diretto alle cosce, alle ginocchia e agli stinchi.

 
Tallone è un calcio al polpaccio; quando il combattente filippino è vicino, porterà dei calci corti ai fianchi delle ginocchia, polpaccio pungerà una gamba per dare un calcio di tallone con l'altra.

 
Gli attacchi alle gambe si concentrano su sei diverse aree della gamba degli attaccanti:
1. Coscia: Interno - esterno
2. Ginocchio
3. Parte posteriore del ginocchio
4. Tibia
5. Polpaccio
6. Piede
     
Per concludere, il sikaran è spesso associato al Panantukan per creare un sistema di combattimento completo.  
L'arte del sikaran serve a distrarre con i suoi efficaci e velenosi calci bassi, mentre l'arte del panantukan lo rende incapace, per finalizzare per concludere il combattimento.
In alternativa, l'arte di percuotere di colpire con i pugni o meglio con il repertorio del panantukan può distrarre l'avversario o neutralizzare i suoi attacchi mentre l'arte di calciare del sikaran paralizza la mobilità degli attaccanti.

Samuele, ha creato un ottimo sistema a riguardo, unendo il Sikaran ed il panantukan, frutto delle esperienze nello studio dell’Arnis Ricarte en Cruzada e dell’Arnis Koredas Obra Mano, creando un semplice ed efficace programma tecnico progressivo a tutti accessibile:
Sikaran<>Panantukan

  

Iscriviti alla Newsletter
Torna ai contenuti