Artemio Ricarte - Fimasd

Vai ai contenuti

Menu principale:

Arti Marziali Filippine Indonesiane > Arnis Ricarte En Cruzada > Maestri Arnis Ricarte e Cruzada
Artemio Ricarte-La vipera

Fimasd-Artemio Ricarte-arte marziale finippina-kali arnis escrima
Artemio Ricarte è nato il 20 Ottobre 1866 in Batac, Ilocos Norte figlio di Faustino Ricarte e Bonifacia Garcia. Finiti gli studi di base nella sua città natale si iscrisse al Collegio di San Juan de Letran dove si laureò come Dottore in Lettere.
All’università di Santo Tomas e successivamente alla Escuela Normal si formò per la professione di insegnante.
Fu spedito nella città di San Francisco de Malabon (l’odierna General Trias) per sovrintendere una scuola primaria.
Qui raggiunse il grado di Katipunan e prese il soprannome di Vibra (vipera).
Il 31 Agosto 1896 guidò i rivoluzionari nell’attacco contro la guarnigione spagnola di San Francisco de Malabon.
Sconfisse le truppe spagnole e prese la guardia civile come prigionieri.
Fu fatto Brigadiere Generale nell’esercito di Aguinaldo ed eletto capitano generale alla riunione di Tejeros.
Guidò i suoi in varie battaglie in Cavite, Laguna e Batangas. Aguinaldo lo designò per rimanere in Biak na Bato, San Miguel, Bulakan per supervisionare la consegna delle armi e per valutare in loco che il governo spagnolo si adeguasse alle regole del trattato di pace.
Quando iniziò la guerra fra gli Americani e i Filippini nel 1899 egli era il Capo delle
Fimasd-Artemio Ricarte-Arte marziale filippina-Kali Arnis Escrimaoperazioni delle forze filippine nella seconda zona intorno a Manila.
Nel Luglio del 1900 fu catturato e deportato a Guam, insieme con Apolinario Mabini.
Nel 1903 sarebbero stati rilasciati a Manila se avessero prestarono giuramento di fedeltà agli Americani. Mabini, che era malato, prestò il giuramento, ma Ricarte si rifiutò.
Venne Deportato ancora ad Hong Kong.
Nel 1903 si imbarcò segretamente per le Filippine sperando di riunire e riaccendere la Rivoluzione Filippina ma fu denunciato per ottenere la somma di 10.000 $ di ricompensa offerti dal governo americano per la sua cattura, vivo o morto. Fu arrestato ed imprigionato fino al 1910.
Egli rifiutò ancora di stringere l’alleanza con gli Stati uniti e lo stesso giorno venne deportato ancora ad Hong Kong.
Lui e sua moglie si spostarono più tardi in Giappone, a Yokohama dove vissero in esilio volontario.
La famiglia visse nell’oscurità fino a quando non scoppio la Seconda Guerra Mondiale dove i giapponesi lo riportarono nelle filippine per aiutarli a riappacificare (sottomettere?) i filippini. Artemio Ricarte morì il 31 Luglio 1945 a Ralinga, Mountain Province.



Iscriviti alla Newsletter
Torna ai contenuti | Torna al menu